UNA RETE ATTIVA E PROTAGONISTA

Nel corso del nostro lavoro abbiamo creato un’estesa rete di rapporti umani con tante

persone che operano a vario titolo nel mondo della riabilitazione, della disabilità, della solidarietà.

Un universo di impegno e di sentimenti che ci ha dato il privilegio di lavorare in un ambito poco conosciuto come quello dei percorsi di recupero e di riabilitazione dopo il coma o dopo patologie invalidanti. Partire da esperienze reali e poter contare su tante forme di collaborazione ci ha dato l'opportunità di utilizzare uno strumento in cui l’offerta culturale, in questo caso cinematografica, si mette al servizio della collettività con una chiave innovativa fondata sulla testimonianza, la partecipazione e sulla condivisione.

I PARTNER

IRCCS FONDAZIONE SANTA LUCIA

La Fondazione Santa Lucia ha ottenuto il riconoscimento di IRCCS nel 1992 come coronamento di un’attività di ricerca nel settore delle neuroscienze, che soprattutto a partire dagli anni ottanta è stata sostenuta con forti investimenti. Oggi dispone di 60 laboratori di ricerca distribuiti presso le strutture ospedaliere di via Ardeatina a Roma e il vicino Centro Europeo di Ricerca sul Cervello (CERC). La loro attività è suddivisa in 5 Linee di Ricerca con una produttività scientifica complessiva che colloca la Fondazione Santa Lucia tra i più importanti IRCCS in Italia e primo nel settore delle neuroscienze (cfr. dati statistici).

La Fondazione ha rapporti di collaborazione nel settore della ricerca con oltre 100 enti tra Università, Centri di Ricerca e altre organizzazioni in Italia e all'estero, in particolare con l'Università di Roma Tor Vergata, l'Università Sapienza e l'Università Campus Bio-Medico di Roma. Partecipa alle reti dell'Istituto Superiore di Sanità IATRIS (Italian Advanced Translational Research Infrastructure) ed EATRIS (Europan Advanced Translational Research Infrastructure in Medicine) e alla Rete degli IRCCS specializzati nel settore delle Neuroscienze, di cui coordina la Piattaforma di Genomica.

CIP - COMITATO ITALIANO PARALIMPICO

Il CIP disciplina, regola e gestisce le attività sportive per persone disabili sul territorio nazionale, secondo criteri volti ad assicurare il diritto di partecipazione all’attività sportiva in condizioni di uguaglianza e pari opportunità. Per quanto riguarda l’agonismo di alto livello, il CIP coordina e favorisce la preparazione atletica delle rappresentative paralimpiche delle diverse discipline in vista degli impegni nazionali ed internazionali e soprattutto dei Giochi Paralimpici, nelle stesse sedi e strutture utilizzate per le Olimpiadi.

I valori che ispirano il suo operare sono quelli della piena, possibile e, anzi, doverosa integrazione delle persone disabili nel tessuto sociale attraverso la pratica sportiva, strumento di benessere psicofisico.

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE

CINE-TV ROBERTO ROSSELLINI

L'Istituto di Stato per la Cinematografia e la TV "Roberto Rossellini" - più generalmente conosciuto come CINE TV - costituisce da 40 anni un polo unico in Italia per la formazione tecnica nel settore della Cinematografia e della Televisione, della Fotografia e della Grafica Pubblicitaria. Nata nel 1961 come Istituto Professionale per la Cinematografia Scientifica ed Educativa, la Scuola è riconosciuta dal 1969 come Istituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione inserito nel Progetto 92 dal Ministero della Pubblica Istruzione.

ARCI/UCCA

L’Unione Circoli Cinematografici ARCI, è un’associazione nazionale di promozione della cultura cinematografica, costituita dal 1967, per volontà di alcuni Circoli del cinema che già in seno all’Arci, la più grande e diffusa associazione culturale italiana, svolgevano un’intensa attività di diffusione della cultura cinematografica. È riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per le sue finalità di promozione sociale. Attualmente la rete UCCA è costituita da 330 circoli, presenti in tutte le regioni, con un importante circuito di sale e arene cinematografiche estive. L’attività dell’associazione si estende in tutti gli aspetti della promozione della cultura cinematografica.

C.G.S. - CINECIRCOLI GIOVANILI SOCIOCULTURALI

L'Associazione C.G.S. - Cinecircoli Giovanili Socioculturali, è stata costituita nel 1967 dagli enti CNOS e CIOFS (Opera Salesiane e Figlie di Maria Ausiliatrice). Riconosciuta dal Ministero dell'Interno e dal Ministero per il Turismo e lo Spettacolo, quella dei C.G.S. è una della nove Associazioni Nazionali di Cultura Cinematografica attualmente riconosciute e finanziate dal Dipartimento dello Spettacolo presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Nata con lo scopo di promuovere e diffondere il cinema di qualità, finalizzando una continuativa opera di formazione educativa attraverso i mezzi di comunicazione sociale, l'Associazione C.G.S. si occupa sin dalla sua fondazione e attraverso le iniziative di circa centoventi Cinecircoli affiliati, di curare cicli di proiezioni, cineforum, rassegne tematiche, retrospettive, presentazioni di libri, conferenze e seminari, iniziative teatrali, musicali e multimediali.

ASSOCIAZIONI IN RETE

SAFADO

Sin dalla sua costituzione, nel dicembre 2010, l’associazione culturale SAFADO si è subito mossa nell’ambito della produzione audiovisiva con specifica attenzione verso le problematiche del mondo giovanile. È proprio dell’inizio del 2011, infatti, la collaborazione con uno degli istituti nazionali più prestigiosi nel campo della formazione professionale dei giovani: il Ciofs/FP - Centro Italiano Opere Femminili Salesiane. All’interno dell’anno formativo 2010/11 ha partecipato inoltre con la presenza di alcuni suoi formatori al progetto NUVOLE, NUovo Valore ed Opportunità dei Linguaggi Espressivi (progetto del Fondo Sociale Europeo, Ministero del Lavoro, Regione Lazio e Provincia di Roma). Nel marzo del 2011, il 5 marzo, data di nascita del Poeta Pier Paolo Pasolini, l’associazione culturale SAFADO organizza presso il Teatro Vascello di Roma, la prima edizione del Premio Monteverde Pasolini, manifestazione che prosegue tuttora con cadenza annuale. L’associazione ha inoltre prodotto con la collaborazione dell'AAMOD (Archivio del Movimento Operaio) il documentario: Il Sindaco Petroselli. 

+CULTURA ACCESSIBILE - CINEMANCHÌO

Realtà leader per l'inclusione culturale a favore delle persone disabili. Opera su tutto il territorio nazionale realizzando proiezioni con resa accessibile e altre iniziative che rendono possibile a tutti di vivere l'esperienza cinematografica.

Ha introdotto in Italia il sistema di adattamento ambientale per le persone nello spettro autistico e organizza centinaia di appuntamenti inclusivi.

CONSEQUENZE

Consequenze è soprattutto un impulso per un modello culturale che pone al centro della sua attività il recupero di un rapporto sano tra Istituzioni, popolazione e universo artistico e in particolare tra Cittadini e offerta culturale. Da circa 10 anni promuove attivamente percorsi culturali innovativi fondati sulla trasparenza e sulla responsabilità sociale inserendo nelle sue proposte strumenti inclusivi che garantiscono protagonismo e partecipazione alla cittadinanza.

A.R.Co. 92-CASA DAGO

A.R.Co. 92- Associazione per la Riabilitazione del Comatoso nasce e si sviluppa a Roma nel 1992 su iniziativa di alcune persone provate dal dramma di un parente in coma a seguito di un grave trauma cranico. L’Associazione è presieduta da Maria Elena Villa ed opera per colmare - almeno parzialmente - i grandi vuoti del Servizio Sanitario Nazionale nel settore dell’assistenza ai post-comatosi.

Nel dicembre del 1999 l’associazione insieme all’ I.R.C.C.S. Fondazione Santa Lucia e l’Istituto San Michele, con il contributo della Regione Lazio, ha inaugurato a Roma Casa Dago: una struttura demedicalizzata, composta da 8 mini appartamenti, ognuno con 2 posti letto e bagno attrezzato per disabili, spazi, in grado di accogliere il paziente post-comatoso e un suo congiunto nel delicato momento della dimissione dall’ospedale di riabilitazione ed assisterlo concretamente nella reintegrazione familiare, sociale e lavorativa. La struttura accoglie i pazienti dimessi dalla riabilitazione per il periodo necessario a preparare il rientro a casa (3- 4 mesi) per un totale di 25- 30 nuclei l’anno, accoglie inoltre pazienti esterni post- comatosi e nuclei familiari non più inseriti in progetti di riabilitazione ospedaliera.

La realizzazione di programmi mirati di riqualificazione lavorativa, reinserimento sociale, familiare e scolastico, l’assistenza psicologica individuale e di gruppo rendono il Progetto Casa Dago un importante servizio territoriale per tali soggetti e nuclei familiari che vivono una situazione di notevole complessità e disagio.

LOCATION

Relais La Canfora

Il Relais La Canfora ha offerto i suoi spazi per girare alcune scene del Film.Una villa degli anni ’50 con parco di 4000 mq, con arredi di buon gusto e mobilio d’epoca: ampie vetrate si affacciano sul verde che offre scenari diversi e caratteristici in ogni stagione.
La sua peculiarità, oltre alla raffinatezza dei suoi ambienti interni, è l’ampio giardino a prato con grandiose alberature tra le quali si fa notare una splendida Canfora centenaria.
E’ dunque una villa residenziale nella quale sono state destinate al B&B cinque camere da letto di diversa tipologia nei diversi piani della casa. Il rapporto di coabitazione è gradevole ed in qualche modo familiare pur essendo garantita la riservatezza. A disposizione degli ospiti ci sono diversi ambienti di rappresentanza e, volendo, di gradevole convivialità.
Ogni stanza è accessoriata con impianto di aria climatizzata, TV Led e connessione Wi-Fi internet.Si è accolti dalla festosità di tanti animali tra cui una simpatica Pony in un luogo tranquillo e immerso nella natura.

Relais La Canfora - Viale Cortina d'Ampezzo, 200 - Roma

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon